La Cina e il clima


meglio che resti ghiacciata…

Qualche giorno fa l’Agenzia internazionale per l’energia ha informato il mondo che le emissioni di anidride carbonica nel 2011 sono salite ancora, stimando che siano arrivate a quasi 32 miliardi di tonnellate. La Cina, che ora è saldamente in testa alla classifica dei paesi emettitori, ha aumentato le proprie emissioni di quasi il 10 per cento rispetto all’anno prima, compensando ampiamente il calo dei paesi occidentali colpiti dalla crisi e/o avviati a una ristrutturazione energetica in senso rinnovabile (l’Italia per esempio da fanalino di coda delle rinnovabili è passata oggi al secondo posto al mondo per fotovoltaico, dietro la Germania). Uno dei massimi rappresentanti dell’Agenzia ha dichiarato che se le cose continuano così stiamo puntando dritti dritti a un aumento insostenibile delle temperature globali, qualcosa come +6 gradi… In questo quadro desta grande preoccupazione un recente studio di simulazione sull’Antartide che prevede il possibile sprofondamento in mare di un enorme ghiacciaio denominato Filchner-Ronne Ice Shelf (foto) con conseguente aumento di metri del livello marino. Visto che in Cina moltissime grandi città sono sulla riva del mare, sarà meglio che anche lorsignori si diano una regolata se non vogliono finire male.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...