Protestano contro le sabbie bituminose e li arrestano


...erano tutti boschi...

Ben 1252 americani sono stati arrestati nei giorni scorsi durante un campagna di protesta organizzata da 350.org e altri gruppi di attivisti ambientali contro la realizzazione di un nuovo oleodotto che porterà negli Usa il petrolio estratto in maniera ambientalmente catastrofica dalle sabbie bituminose del Canada. Per estrarre il petrolio da queste particolari sabbie (che in inglese si chiamano tar sands) si usa moltissima energia, circa un terzo di quella contenuta nel greggio così prodotto (il petrolio tradizionale contiene 30 o 40 volte l’energia usata per produrlo). Ciononostante, dati gli alti prezzi del petrolio sul mercato mondiale, questo prodotto resta commerciabile con profitto e la domanda è tale che si prevede la realizzazione di un’apposita tubazione per trasferire verso le raffinerie del sud un milione di barili al giorno. La protesta contro Keystone XL (così si chiama il futuro oleodotto, lungo 2700 km) ha raccolto oltre 600mila firme (tra cui la mia, per quel che può contare) e si può ancora firmare sul sito di Avaaz. In sostanza, questo nuovo prodotto petrolifero devasta irreversibilmente il territorio dove viene estratto, usa enormi quantità di energia per l’estrazione e se non verrà vietato provocherà un aumento spropositato delle emissioni serra. L’approvazione dell’oleodotto darebbe un colpo finale alle sbandierate propensioni ambientaliste di Obama. E forse anche un colpo finale alla lotta contro il riscaldamento climatico globale. Altro che crisi delle borse…

Annunci

Un pensiero su “Protestano contro le sabbie bituminose e li arrestano”

  1. La razza umana è comparsa sulla terra da circa 3 milioni di anni (fatta uguale ad un anno la nascita del globo terrestre che esiste da circa 4 miliardi e mezzo) sarebbe come dire che noi siamo presenti negli ultimi minuti prima della mezzanotte del 31 dicembre!Bene in questo ultimo secolo, tra invenzioni di prodotti chimici ,estrazione di minerali e petrolio, carbone, gas ,armi da guerra et cetera…. abbiamo inferto colpi cosi gravi all’ambiente che si calcola che sospendendo ogni ulteriore danno ci vorranno almeno centomila anni ,all’ambiente naturale, per ritornare allo stato “quo ante”.In una inezia di tempo stiamo sconvolgendo equilibri stabili da milioni di anni!
    A nulla valgono i richiami di tante Cassandre….forse con le nostre scoperte indubbiamente geniali,e le nostre capacità di scoprire, di investigare il mondo e l’universo in cui siamo immersi,ma anche con i gravissimi sconvolgimenti all’ambiemte che stiamo inferendo,rappresentiamo, noi razza umana l’apoteosi di una creazione che vede in noi stessi la forma piu incredibile della vita biologica ,che pero’ porta in se un ben preciso progetto di autodistruzione della vita nostra e di tutta la vita in generale, presente su questo mirabile pianeta azzurro! Stiamo assistendo ai fuochi d’artificio che concludono una festa durata 4 miliatdi di anni fa, e noi ne siamo gli artificieri!Cosa puo fare un capo di stato da solo se i suoi consiglieri e faccendieri sono collegati a giri di affari a mafie ad avventurieri di ogni mala sorte avidi di avere tutto e subito che sono incuranti delle vita degli altri e inconsapevolemnte anche della loro?e chi sono quelli che reggono le sorti del mondo?quelli che regono l’alta finanza ,le compagnie petrolifere in quanti di costoro sono presenti mutatis mutandis gli stessi folli processi mentali presenti in Hitler Stalin per fari nomi di quelli piu vicini a noi nella storia?Caro Vittorio non c’è da stare moltgo allegri a meno che una forza metafisica non fermi le menti di questi personaggi prima che non sia piu’ possibile invertire la rotta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...