Il sole del nord, le nebbie del sud


...dovrebbe essere così, ma...

Secondo i dati del GSE accessibili con il potente strumento geografico Atlasole oggi in Italia ci sono ormai 6 gigawatt fotovoltaici collegati alla rete elettrica, roba da non credere rispetto allo zero di dieci anni fa. In pratica nelle ore più calde e soleggiate dell’estate questa grande distesa di silicio può produrre la stessa quantità di energia elettrica di cinque o sei centrali nucleari. Ma la cosa più strana è che, fatta salva la Puglia, che ha in rete quasi 1000 megawatt, a fare la parte del leone di questo nuovo settore elettrico non sono le regioni del sud dove il sole abbonda ma le ben più piovose regioni del nord, in particolare Lombardia (682 MW), Veneto (541) ed Emilia (647). Queste tre regioni messe insieme fanno in effetti il 32% della potenza fotovoltaica connessa alla rete. Se per paragone confrontiamo queste cifre con quelle di Sicilia (323 MW), Sardegna (154) e Campania (145) otteniamo un ben misero 623, inferiore al dato della sola Emilia-Romagna. Non abbiamo informazioni precise sulle cause di questa situazione ma abbiamo dei sospetti: le regioni e le province del sud sono forse in difficoltà a gestire l’iter autorizzativo o magari non ci sono leggi adeguate. Quel che pare certo è che il potenziale di espansione del fotovoltaico è ancora grande e nulla vieta di pensare che nel meridione si possa fare molto di più. Forza sud.

Annunci

2 pensieri su “Il sole del nord, le nebbie del sud”

  1. caro Vittorio questa è davvero una buona notizia:io non sono un tecnico che conosca a fondo i problemi dell’energia ma pensare che con il fotovoltaico si produce gia adesso,l’energia equivalente a 5 centrali nucleari se non fossi tu a dirlo direi senz’altro che sarebbe una grande balla;ma sicuramente è cosi ed ecco il perchè della mia meraviglia.Per questo anch’io mi associo al tuo incitamento al sud perchè si adegui a quanto si è fatto o si sta facendo al Nord.Del resto se un paese all’avanguardia come la Germania ha deciso di non ricorrerre oiu’ al nucleare vuol dire che si puo’ produrre energia pulita e rinnovabile.

    1. Attenzione Enrico, questa grande estensione di fotovoltaico produce energia come cinque o sei centrali nucleari solo nelle ore di massimo soleggiamento estivo, quando riesce a lavorare al picco della sua potenza. Tenendo conto invece della produzione complessiva nell’arco di un anno essa equivale solo a una centrale da mille megawatt. è comunque molto importante che ci sia questa potenza fotovoltaica proprio quando in estate c’è il massimo del sole e del caldo in modo da venire incontro alla forte domanda dei condizionatori, riducendo così la necessità di energia fossile e le emissioni di anidride carbonica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...