Nero come il carbone


...col carbone non si canta...

Abbiamo saputo del mega ingorgo cinese sull’autostrada camionale del carbone, che collega le miniere dell’interno con le zone industrializzate orientali, dove si trova la maggior parte delle centrali termoelettriche che quel carbone consumano. Abbiamo forse immaginato che da noi questo non potrebbe succedere e che la questione carbone in fondo non ci riguardi. In verità in Italia l’Enel procede imperterrita, con l’avallo della regione Veneto, alla prossima ristrutturazione a carbone della colossale centrale termoelettrica di Porto Tolle, in pieno Parco del delta del Po, mentre la Tirreno Power dell’ing. De Benedetti, tra le proteste, vuole potenziare l’uso del carbone a Vado Ligure. Sempre L’Enel suscita proteste per il paventato impiego del carbone nella centrale termoelettrica di Rossano Calabro, che comporterà anche la realizzazione di un terminal marino per le navi carboniere. In effetti il mondo ambientalista domanda a gran voce di liberarsi al più presto dal carbone, il più pericoloso e sporco tra i combustibili fossili. Un rapporto Greenpeace di un paio d’anni fa, intitolato “Il vero costo del carbone” e purtroppo non tradotto in italiano, ce n’è solo una breve sintesi, descrive con estrema crudezza cosa succede là dove il carbone viene estratto, dove viene utilizzato e dove vengono smaltite le grandi quantità di scorie che produce dopo l’uso. Immaginate che qualcuno venga a casa vostra e vi dica che dovete sloggiare perché sottoterra c’è un giacimento di carbone, immaginate di rifiutare e di scoprire che vi hanno costruito un recinto intorno a casa e hanno cominciato a scavare lo stesso… Questo succede davvero in Colombia, dove a  Cerrejon c’è una delle più gigantesche ed inquinanti miniere di carbone del mondo. Comunque la protesta anticarbone non interessa più solo gli ambientalisti, se recentemente il cantante Simone Cristicchi (foto) si è rifiutato di cantare a Brindisi, dove l’Enel aveva organizzato un concerto propagandistico nella sua megacentrale… Bravo Simone, continuare così.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...