L’eredità del climatologo combattente


Stephen Schneider, morto il 19 luglio 2010

Stephen Schneider se n’è andato improvvisamente, stroncato da un infarto a 65 anni mentre rientrava dall’ennesimo congresso scientifico. Aveva appena festeggiato il numero 100 di Climatic Change, la rivista scientifica interdisciplinare da lui fondata negli anni settanta. Di lui ricordo un bel libro, “La strategia della Genesi: modificazioni climatiche e sopravvivenza globale”, scritto con Lynne Mesirow e pubblicato negli anni settanta nella mitica collana EST della Mondadori, quella che allora traduceva in italiano la migliore produzione scientifico-divulgativa del mondo. Il testo era ispirato dalla Bibbia ed era a suo modo profetico, preconizzando le conseguenze climatiche inattese della crescita economica e suggerendo la necessità che il tema del clima entrasse nel linguaggio comune.  L’articolo commemorativo del Guardian è scritto da Myles Allen, il fisico che a Oxford dirige il progetto climateprediction.net, un colossale sforzo modellistico collaborativo che impegna migliaia di computer in tutto il mondo. Ecco mi pare questa l’eredità migliore di Schneider e di altri come lui che si sono impegnati tutta la vita per spingere il tema climatico nell’agenda politica e segnalarci le pericolose conseguenze ambientali dell’esplosione dei consumi energetici negli ultimi cinquant’anni.

Annunci

1 commento su “L’eredità del climatologo combattente”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...