Eppur si muove


Un po' meno fossile...

L’elefante elettrico italiano mostra qualche segno di vivacità. L’anno scorso, secondo le stime del Gse e di Terna, le strutture che gestiscono il sistema elettrico e la rete, le fonti rinnovabili hanno coperto oltre il 31% dell’energia elettrica consumata in Italia, con un salto di +5 punti rispetto al 2008. Idroelettrico a parte, questo significa che sole, biomasse e vento cominciano a produrre quote significative della corrente che consumiamo, con una diminuzione non trascurabile delle emissioni di CO2, che potrebbero essere passate da 0,5 a 0,4 kg/kWh, un calo dell’ordine di un etto per chilowattora (stime mie). Se i (nostri) soldi, che il governo vuole spendere per le centrali nucleari francesi, andassero alle rinnovabili queste potrebbero facilmente coprire il 50% dei consumi elettrici entro il 2020 e farci finalmente fare una bella figura in Europa dopo decenni di emissioni senza limiti.

Annunci

2 pensieri riguardo “Eppur si muove”

  1. La diminuzione delle emissioni è dovuta, putroppo, alla crisi economica. Sicuramente gli investimenti sulle rinnovabili avrebbero una efficacia immediata, in contrasto dei tempi lunghi di costruzione delle centrali, e non ci esporrebbero a dipendere dall’estero per know-how e materie prime.
    Recentemente il prof. Clo’, economista bolognese, lamentava che gli investimenti sul solare stanno facendo lavorare le ditte tedesche e svedesi che posseggono la tecnologia. Credo che questo valga solo nel breve periodo. Se ci sono opportunita’ economiche gli italiani non sono secondi a nessuno nel saperle cogliere.

  2. Senz’altro la diminuzione assoluta delle emissioni è dovuta al calo dei consumi energetici, che a loro volta sono dovuti alla profonda crisi economica che stiamo attraversando (e che forse non ci lascerà più, ma questo è un altro discorso). In questo articolo però metto in evidenza il calo di emissioni specifico, cioè per kWh prodotto, dovuto in buona parte all’aumento della produzione elettrica nazionale ed estera da rinnovabili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...