Prestigiacomo, zero in clima


Chi non occupa si preoccupa...

Se uno ha pazienza e aspetta che l’esangue sito del ministero dell’ambiente si apra, ci trova queste frasi, attribuite al ministro. «Le indiscrezioni diffuse oggi sulla bozza di accordo proposta dalla presidenza danese per la conferenza di Copenaghen e le reazioni da parte indiana indicano come il negoziato sia giunto ormai al cuore del problema: il rapporto fra paesi industrializzati e paesi emergenti. Ed il susseguirsi di aperture ed irrigidimenti va letto anche nell’ottica della trattativa in corso. Probabilmente fra due settimane a Copenaghen non sarà firmato un accordo legalmente vincolante. Sarà invece possibile raggiungere una intesa politica forte che rimandi ad un trattato vincolante a breve. E questo non sarà certo un fallimento ma il primo dei due tempi di un accordo storico sul clima condiviso da tutti i paesi del mondo». E’ tutto. A parte l’italiano assai politichese non c’è niente di più di una risciacquatura di notizie d’agenzia. Ci si domanda a cosa serva avere un ministro dell’ambiente che a pochi giorni dall’apertura della conferenza di Copenaghen non sia in grado di dire qualcosa più di questo. Sarà che il ministro è preoccupato solo dall’occupazione del tetto di via Casalotti da parte dei ricercatori precari licenziati in massa da Ispra? A proposito di Ispra, anche per il sito del nostro istituto superiore ambientale (una creatura di Prestigiacomo) Copenaghen non esiste… Per confronto e per capire meglio in che mani siamo fatevi un giro sul sito del ministero inglese per l’energia e il clima oppure su quello francese dell’ambiente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...