Tassa i SUV e premia le piccole: il bonus-malus francese


Nathalie Kosciusko-Morizet, segretaria allambiente in Francia.
Nathalie Kosciusko-Morizet, segretaria all'ambiente in Francia.

Un trafiletto nella rubrica auto dell’Espresso mi ha fatto scoprire che dall’inizio di quest’anno i francesi che vogliono un macchinone inquinante devono pagare una robusta sovrattassa calibrata sulle emissioni di CO2 e che invece chi compra piccolo viene premiato con uno sconto governativo. Se il modello di auto che comprate emette meno di 100 g/km (es. una Smart diesel) avete uno sconto di mille euro mentre se superate i 250 g/km c’è un “malus” di ben 2600 Euro! Secondo l’Espresso quest’anno le vendite di SUV e di altri macchinoni in Francia sono crollate, quindi la misura ha dimostrato che toccando la tasca i risultati si vedono subito… La ministra francese all’Ecologia (foto, Reuters) sta per estendere il sistema del bonus malus a una lista di altri prodotti di uso comune, che verranno trattati alla stressa stregua dell’auto, con tasse/premi ovviamente commisurati al danno/beneficio ambientale e al valore del bene. Vive la France!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...